Ermellino per l'articolo Incoronazione vegan per Re Carlo?

Incoronazione vegan per Re Carlo?

Niente abito con pelliccia durante la cerimonia di incoronazione del 23 maggio 2023: lo chiedono tantissimi sudditi a Re Carlo III.

Re Carlo ha dichiarato di voler modernizzare la cerimonia di incoronazione. E, tra le altre cose, prende in considerazione anche la possibilità di sostituire, con un capo cruelty-free, la tradizionale veste della Corona inglese rifinita con la pelliccia. I difensori dei diritti degli animali non hanno perso tempo. E così è arrivato in massa l’appello dei sudditi di procedere proprio in questa direzione.

Tra l’altro ci sarebbe già una soluzione. Christopher Sarfati, Ceo del Brand Ecopel, ha infatti scritto una lettera a Buckingam Palace. Nella missiva Sarfati propone a Re Carlo III di realizzare una pelliccia cruelty-free per l’incoronazione, al posto del mantello di seta viola bordato con la pelliccia. “[…] Lei potrebbe seguire l’eccellente esempio della Sua defunta madre di non indossare la pelliccia – scrive Christopher Sarfati nella lettera -, e in tal caso, optare per l’abbigliamento militare piuttosto che per la tradizionale veste bordata di ermellino per la Sua incoronazione. Vorrei proporre a Sua Maestà una soluzione che strizza l’occhio alla tradizione rimanendo fedele ai valori del 21esimo secolo: conceda a Ecopel l’onore di rifinire le vesti dell’incoronazione con pellicce sintetiche più sostenibili e cruelty-free”

Un’alternativa vegan che gode del sostegno della stessa Peta. L’Organizzazione animalista, insieme a Ecopel, sta infatti incoraggiando Re Carlo III a tenere la crudeltà fuori dalla cerimonia di incoronazione. Una richiesta che si somma al recente appello di In Defense of Animals, e rivolto sempre a Re Carlo. Quale? Trasformare la Fattoria dei Windsor in un Santuario per animali. O in alternativa trasferire gli animali in rifugi protetti.

Che scelte farà Re Carlo III?

LEGGI ANCHE
La fattoria dei Windsor un Rifugio per animali?
E
Basta pellicce nella UE: firma la petizione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su