Volpe rossa per l'articolo Basta pellicce nella UE: firma la petizione!

Basta pellicce nella UE: firma la petizione!

E’ arrivato il momento di bandire le pellicce dall’Unione europea. La petizione Fur Free Europe è la grande occasione per farlo. Con solo 1 milione di firme la Commissione europea sarà obbligata a rispondere e agire rispetto alle richieste dei cittadini. Firma anche tu!

Essere Animali ha lanciato una raccolta firme per porre fine alla produzione e al commercio delle pellicce in tutta l’Unione europea. La petizione rientra nell’iniziativa Fur Free Europe, ed è sostenuta da decine di organizzazioni tra cui quelle che fanno parte di Eurogroup for animals.

Che cos’è Fur Free Europe? E’ un’iniziativa dei cittadini europei (ICE) che chiede all’Unione Europea di vietare gli allevamenti per la produzione di pellicce, nonché l’importazione e il commercio.

Perché?

Perché l’industria di pellicce è spietata e crudele verso gli animali. Non solo. Gli allevamenti intensivi rappresentano anche un serio rischio per la diffusione delle zoonosi, ancor di più – sottolinea Essere Animali – se si tratta di animali selvatici come volpi e visoni. Inoltre non bisogna dimenticare l’utilizzo di prodotti chimici altamente tossici per la lavorazione delle pelli. Pericolosi a tal punto da essere considerata tra le cinque industrie più nocive per quanto riguarda l’inquinamento da metalli nei terreni.

Firma anche tu la petizione per bandire le pellicce dalla UE!

Ci sono una serie di motivi che rendono particolarmente urgente la sottoscrizione, proprio ora, della petizione. Innanzitutto l’industria delle pellicce sta vivendo un momento di forte crisi economica, dovuta anche alla diffusione del Covid tra gli animali. Non solo. Deve fare i conti anche con il rifiuto sempre più diffuso dei consumatori di acquistare prodotti che nascono dalla crudeltà. Una scelta che ha spinto centinaia di marchi di moda e stilisti a escludere le pellicce dalle proprie collezioni. A questo si aggiunge che in Europa 12 paesi, tra cui l’Italia, – ricorda Essere Animali – hanno chiesto alla Commissione Europea di studiare opzioni per un divieto permanente della produzione di pellicce. Senza dimenticare che gli allevamenti di animali da pelliccia sono o già vietati o normati così rigidamente, da non essere di fatto realizzabili in ben 14 paesi europei.

Insomma carpe diem! Il momento è ora. Perciò, se ancora non lo hai fatto, firma anche tu la petizione di Essere Animali Fur Free Europe! Con solo 1 milione di firme la Commissione europea sarà obbligata a rispondere e agire rispetto alle richieste dei cittadini!

LEGGI ANCHE
I diritti degli animali nella Costituzione italiana
E
Pandemie: perché le Fabbriche di animali sono un pericolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su